10 spezie da regalare a Natale

Se a Natale siete tra coloro che amano regalare regali fatti a mano. Oppure se siete alla ricerca di regali semplici e veloci ma sopratutto utili. Ma anche se avete amici e amiche appassionati di cucina ma soprattutto del buon cibo. Io ve lo dico, questo è il post giusto per voi.

Regalando spezie non potete di certo sbagliare.

Fin all’ antichità le spezie rappresentano un bene prezioso. Basta pensare alle spedizioni di Cristoforo Colombo verso le Indie alla scoperta di nuovi aromi  e pietre preziose.  Durante la sua spedizione verso le Indie, sostenuto dai reali di Spagna, avrebbe dovuto importare il prezioso pepe nero. Trovò invece nuove terre, gli indigeni ed il pimiento ( pepe in spagnolo), una nuova spezia infuocata detta poi peperoncino. Il resto è storia nota…

Ecco 10 spezie da regalare per Natale

( Per ogni spezia una pagina con tags da scaricare gratuitamente ).

LE PREZIOSE

Le 3 spezie più preziose al mondo solo per amici con la A maiuscola.

ZAFFERANO

Spezia nativa della Persia e del Medio oriente. E’ la spezia più cara al mondo perché i pistilli devono essere raccolti a mano ( da ogni fiore si ricavano solo 3 pistilli) . Molto usato in Italia per il famoso risotto alla milanese ma ottimo anche nei dolci.

Lo zafferano ha un aroma molto forte perciò ne occorre pochissimo. Se utilizzate quello in stimmi, stemperatelo in un liquido molto caldo (acqua, brodo o latte) per almeno 20 minuti, prima di aggiungerlo alla vostra pietanza. Se gli stimmi non si dissolvono immediatamente vuol dire che lo zafferano è vecchio. La durata degli stemmi è sui 4 anni.

Clicca qui per scaricare il pdf con i tags zafferano

VANIGLIA

Originaria dell’ America centrale, deriva da una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle orchidee ed è la seconda spezia più cara, se di buona qualità. La fecondazione avviene in natura per opera di un insetto del genere Melipona (un’ape senza pungiglione) che vive solo nelle aree di origine della pianta. Questo rende la spezia ancor più preziosa. I baccelli scuri ricchi di semini neri e fragranti sono molto utilizzati in pasticceria.

Con la vaniglia si può anche realizzare un utilissimo ESTRATTO DI VANIGLIA.

vaniglia

Clicca qui per scaricare le tags Vaniglia

CARDAMOMO

Nativo dell’ India meridionale e dello Sri Lanka, il cardamomo è la terza spezia più preziosa al mondo.  Del cardamomo ho parlato in questo POST , se vi va passate a scaricare l’ ebook gratuito con le ricette al cardamomo.

cardamomo

Clicca qui per scaricare le tags Cardamomo

LE NATALIZIE

Le spezie legate al periodo natalizio per biscotti speziati e dolci invernali.

CANNELLA

La cannella di Ceylon è la più pregiata e la più costosa ed è la corteccia dell’albero ricavata dai rami più giovani. In commercio spesso troviamo la cannella Cassia, detta cannella cinese, la variante meno costosa  e meno delicata. Diventiamo consumatori consapevoli quando acquistiamo della cannella a poco prezzo è facile che sia della cannella Cassia.

Le stecche sono usate intere o in polvere.

cannella

Come distinguere la cannella di Ceylon da quella Cassia? La cannella regina è fatta con strati di corteccia mentre la Cassia, in sezione, è un ricciolo

Clicca qui per scaricare le tags CannellaRegina

ANICE STELLATO

Spezia nativa della Cina e del Vietnam, è la spezia per antonomasia dedicata al Natale grazie alla sua forma stellata. All’ interno di ogni petalo si nasconde un semino lucido e marrone. Cercate di acquistare i frutti interi più ricchi di aroma, annusando sempre ( nel suo aroma ci si perde)  e controllando che siano in buono stato, senza macchie.

Si può macinare o pestare al momento dell’uso. Nel tè o nel vin brulè si può usare anche intero come decorazione  (qui la mia alternativa al vin brûlé , il glogg ). Nelle pietanze che devono cuocere a lungo, aggiungere i fiori interi e toglierli prima di servire.

anice stellato

Clicca qui per scaricare le tags AniceStellato

PEPE NERO

Il pepe è sicuramente la spezia più utilizzata nelle cucine di tutto il mondo . Esistono più di 600 varietà di pepe del genere Piper, ma come spezia se ne usano molto poche.

I grani del pepe nero vengono essiccati al sole, o in appositi essiccatoi, per diversi giorni finché  i  frutti si disidratano e anneriscono. Una volta essiccati prendono il nome di pepe nero.

Si può utilizzare sia in preparazioni salate sia nei dolci, ricordatevi però di tostarlo prima del suo utilizzo. La tostatura sprigionerà meglio il suo aroma. Cuocete la spezia per un paio di minuti in una pentola a bassa temperatura. Sentirete il suo aroma e sarà pronto per essere macinato.

pepe nero

Clicca qui per scaricare le tags PepeNero

LE SOFISTICATE

Spezie particolari che non possono mancare nella cucina di un collezionista di spezie e amante delle sperimentazioni culinarie.

PEPE DI SICHUAN

Questa tipologia di pepe deriva dalla pianta Zanthoxylum,  appartenente alla famiglia delle Rutaceae, della quale fanno parte anche i limoni. Il suo odore infatti è molto simile al limone, con un sentore di caldo e legnoso ma il sapore è pungente e acre. Non  appena lo si ingerisce non si avverte la sua presenza ma poi sviluppa un torpore sulla lingua, come un anestetico.

E’ un accompagnamento eccellente, con olio d’oliva e limone, per il pesce alla griglia.

Clicca qui per scaricare le tags pepeszechuan

MACIS

Il macis, chiamato anche mace o fiore della noce moscata, è una spezia originaria dell’ Indonesia. Il macis è l’arillo della noce moscata ossia la parte esterna che racchiude il seme ( la noce moscata).

Ha un gusto più delicato rispetto alla noce moscata. Si può anche usare per preparare miscele di spezie o per preparare olio o aceto speziato e sale speziato.

Clicca qui per scaricare le tags Macis

CUMINO

Il cumino è originario della Siria e dell’Egitto. E’ molto utilizzato nei paesi Mediorientali ( se non avete mai assaggiato l’ Hummus allora dovreste fare un salto qui ed assaggiarlo ).

Si può acquistare sia in semi che in polvere e si può utilizzare su tutti i piatti, carni, verdura, uova e formaggi.

Il cumino è il simbolo della fedeltà. Nel Medioevo si credeva infatti che gli sposi che avessero portato dei semi di cumino durante la cerimonia nuziale, avrebbero avuto una vita felice.

In Piemonte le fidanzate davano ai loro fidanzati che partivano del vino e del pane con cumino per assicurarsi che restassero fedeli.

Clicca qui per scaricare le tags cumino

PEPE DI GIAMAICA

Il pimento è noto anche con il nome pepe della Giamaica o allspice,  questo perché  ricorda nel sapore numerose spezie: chiodo di garofano, pepe, cannella, noce moscata, tutti racchiusi in un’ unica spezia.

Il nome pimento fu dato da Diego Chanca, uno dei compagni di Cristoforo Colombo nel secondo viaggio verso il Nuovo Mondo che lo scambiò per pepe nero a causa della sua forma e del suo colore.

E’ ottimo in tutti quei cibi dove usereste le spezie del suo sentore.

Io lo adoro anche nel sidro caldo di mele e nel Glogg.

Clicca qui per scaricare le tags PepeGiamaica

Ora divertiti a scaricare gratuitamente il tag con tutte le spezie

Ecco qui qualche idea per i contenitori:

Per  un set da 12  barattoli guarda qui 

Per 6  barattoli con tappo in sughero guarda qui

Per un set da 25 provette in vetro in diverse lunghezze  per la vaniglia guarda qui

Per un set da 12 barattoli con etichette guarda qui

Condividi i tuoi regali speziali

taggando @lamagiadellespezie

#lamagiadellespezie

Rispondi